FINDUS

Campagna integrata per Findus Natural Fish in occasione del World Ocean Day

CONCEPT

Il gusto della sostenibilità

Può la sostenibilità rendere i piatti che mangiamo ancora più buoni e gustosi?
Per Findus la risposta è sì. Il rispetto per l’ambiente è un ingrediente indispensabile per ottenere prodotti di alta qualità: buoni per le persone e per il pianeta. Siamo partiti da questo insight del brand per sviluppare un concept in grado di creare awareness sui due main assets di Findus: il gusto, espresso nel claim Qualità inimitabile, e Fish for Good: il percorso che riassume l'impegno dell'azienda nel proteggere e preservare il presente e il futuro degli oceani.

LA CAMPAGNA

Taste for Good. Fish for Good.

Abbiamo raccontato l’approccio e l’impegno di Findus attraverso una campagna integrata declinata su due diversi touchpoint e prevedendo l'attivazione di due importanti partnership, rilevanti a livello mediatico. La consumer promo con Francesco Poroli - con obiettivo crescita volumi e penetrazione - e la PR activation con One Ocean Foundation per supportare la brand equity di Findus.

CONSUMER PROMO

La biodiversità secondo Francesco Poroli

Per dare un boost alla consumer promo, abbiamo coinvolto un celebre illustratore e art director italiano, come designer dei premi in palio. Francesco Poroli - pubblicato su testate come The New York Times, Wired, Il Sole24 Ore, La Repubblica e Style Corriere - ha firmato per noi un esclusivo set di tessili da cucina composto da tovaglia e grembiule, reinterpretando per Findus il topic della biodiversità.

PR ACTIVATION

Salvaguardiamo il Blue Capital con One Ocean Foundation

Come tradurre l’impegno di Findus in modo concreto e misurabile? Grazie alla partnership con One Ocean Foundation: l’organizzazione no profit la cui mission è migliorare la conoscenza degli oceani attraverso iniziative di sensibilizzazione sulla necessità della salvaguardia del cosiddetto blue capital.
In occasione del World Ocean Day, insieme a Findus e One Ocean Foundation abbiamo dato vita a un’iniziativa che, con il sostegno della comunità scientifica, mira alla tutela e al ripristino del blue natural capital. Come? Attraverso la riforestazione dei fondali marini di Sanremo con la piantumazione di 2.500 talee di posidonia oceanica: una pianta acquatica endemica del Mar Mediterraneo che, svolge un ruolo fondamentale nella produzione di ossigeno e rappresenta uno straordinario hotspot di biodiversità marina.